Il crollo dei prezzi

Per più di un anno i prezzi dello zucchero mondiale hanno continuato a tenere un trend ribassista. Le ragioni per questa continua erosione dei prezzi va ricercata nel elevato livello di stocks e dall’offerta che supera la domanda globale.

Nella UE il prezzo dello zucchero è diminuito drasticamente . Il prezzo medio della Comunità registrato a dicembre 2014, pari a 433 €/ton, è stato il valore di mercato più basso mai registrato in Europa da quando entrò in vigore la riforma della PAC nel 2006.

L’erosione dei prezzi nella UE è in gran parte il risultato di scorte elevate, causate da cospicue importazioni , da limiti alle esportazioni per accordi WTO e dalla campagna record di quest’anno (quasi 20 milioni di tonnellate).

Nonostante la scarsa convenienza economica, poiché i prezzi di mercato non giustificavano i costi di produzione e raffinazione, gran parte degli operatori saccariferi ha cercato di conquistare più quote di mercato possibili. Questo è stato motivato dal fatto che ottobre 2017 ci sarà la free –quota in Europa e quindi una maggiore liberalizzazione del mercato.